Segnalazione di Errore

X
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Privacy Policy Accetta e prosegui
Sei un dentista?

Passaporto implantare: che cos'è e perché è importante averlo

Poter contare su un passaporto per la nostra bocca, che racconti chi siamo e su cui possiamo fare affidamento in situazioni di emergenza, è una componente fondamentale nella vita di ogni persona. Vediamo come il passaporto implantare rivoluziona e trasforma la routine di ogni paziente.

Caratteri disponibili: su 1000

I tuoi file:
  • X
  • X
  • X
Rating Lettori | Rating attuale: 5/5 (3 voti)
Vota!
Al giorno d’oggi siamo tutti in continuo movimento: ci trasferiamo per lavoro, per amore, per scelta di vita, per necessità, per ragioni a volte totalmente fuori dal nostro controllo.

Certo, lasciare casa o il posto che chiamiamo tale non è mai facile, e ricevere un aiuto nelle cose di tutti i giorni può essere un grande vantaggio. Il passaporto implantare è stato creato anche per questo.

Poniamo il caso di un esempio molto comune: dopo un intervento di implantologia a carico immediato, che prevede il posizionamento dei denti sugli impianti dentali in modo fisso, il paziente si trova all’improvviso a dover cambiare città o anche banalmente, cambiare studio dentistico per le ragioni più varie.

Senza un passaporto implantare come può rivolgersi ad un professionista qualificato e non andare incontro a delle problematiche legate al tipo di operazione che ha subito, visto che diventa difficile per il nuovo dentista recuperare tutte le informazioni di cui ha bisogno, soprattutto quelle relative alla sua cartella clinica?

I migliori dentisti di Roma sono qui per risponderti, ma facciamo un passo indietro prima, per vedere cosa sia il passaporto implantare.

Introduzione

Il passaporto implantare è un documento in cui sono inserite delle etichette che indicano la natura degli interventi effettuati, il materiale utilizzato, la data d’inserimento, la posizione nella bocca, fino a particolari molto dettagliati come il codice articolo e il numero di lotto dell’impianto.

Insomma, si può dire che, prendendo visione di questa cartella, qualunque dentista potrà avere un quadro clinico preciso della bocca del paziente e regolarsi di conseguenza per gli interventi o per le procedure di mantenimento.

Tutto ciò rappresenta una vera e propria garanzia di assistenza internazionale, nonché una fonte di sicurezza, tranquillità e sollievo per il paziente per quanto riguarda i materiali impiegati, poiché l’indicazione del riferimento del lotto ne consente la rintracciabilità anche ad anni di distanza.

Ogni studio dentistico dove operano  professionisti seri e preparati è tenuto a fornire una certificazione di originalità dei propri impianti e dei propri componenti protesici, affinché il paziente possa ricevere assistenza in qualunque parte del mondo si trovi e nelle più svariate eventualità.

In breve: se un paziente si trova in vacanza, lontano da casa o gli è impossibile contattare il proprio medico, esibire il proprio “passaporto implantare” ad un altro odontoiatra qualificato permette al medico di intervenire nel modo più adeguato.

Un ultimo consiglio da parte dei migliori dentisti di Roma: in Italia la legislazione non è particolarmente restrittiva e questo porta all’immissione sul mercato di impianti che in altri paesi non potrebbero mai essere commercializzati.

Nell’interesse dei pazienti, quando è necessario utilizzare l’implantologia, è meglio adottare sistemi implantari globalmente riconosciuti, certificati ed utilizzati nel contesto accademico e professionale di tutto il mondo.

Perciò, rivolgetevi solo ai migliori professionisti, per la vostra salute e benessere in primis, evitando offerte o sconti che andrebbero solo a danneggiarvi.

Un servizio di qualità può essere costoso ma sicuramente porta ad una soddisfazione finale ed un risultato assicurato. Per cui, un buon cliente si ricorda sempre di diffidare dei servizi a poco prezzo che portano spesso a soluzioni temporanee che si trascinano per anni ed anni.


Conclusione

Riassumendo, possiamo affermare con certezza che il passaporto implantare sia un documento fondamentale e necessario che l’odontoiatra è tenuto a consegnare al paziente, debitamente compilato, una volta terminata l’operazione.

All’interno di questo documento saranno inserite le etichette dei componenti utilizzati al fine di consentire la rintracciabilità degli stessi, sia da parte del professionista operante che come traccia per altri dentisti, nel caso in cui il paziente sia obbligato a dover cambiare odontoiatra per ragioni di lavoro o di qualsiasi altra natura.

Spesso ci si trova in grande difficoltà perché non è possibile risalire al tipo di impianto utilizzato, non si sa dove comprare la componentistica protesica, etc. Tutto ciò è un reale problema sia per il dentista che per il paziente, che si trova con un impianto inutilizzabile.

Per cui, i migliori dentisti di Roma consigliano di rivolgersi esclusivamente a studi che consegnino al paziente il passaporto implantare dopo ogni operazione, e ricordate: diffidate sempre dei servizi poco professionali!

Contattaci subito per saperne di più sul passaporto implantare.