Segnalazione di Errore

X
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Privacy Policy Accetta e prosegui
Sei un dentista?

Devitalizzazione del dente, cos'è e come si interviene

Se il nervo del tuo dente si è infiammato o infettato, potrebbe essere necessario devitalizzarlo: l'intervento effettuato dall'odontoiatra permetterà di salvare il dente dall'estrazione!

Caratteri disponibili: su 1000

I tuoi file:
  • X
  • X
  • X
Rating Lettori | Rating attuale: 5/5 (6 voti)
Vota!
Cosa vuol dire devitalizzare un dente? Facciamo chiarezza, in modo che se dovrai recarti dal dentista per questo motivo sarai già preparato.

All’interno dei denti, sotto lo smalto e la dentina, che ne formano la parte dura, c’è la polpa, un tessuto molle e vivo dove si trovano vasi sanguigni e nervi. Se la polpa si ammala, cioè si infiamma o si infetta, magari a causa di una carie profonda o della scheggiatura o rottura del dente, allora bisogna intervenire asportandola. E’ un’evenienza purtroppo comune, come ben possono testimoniare gli specialisti dei nostri centri dentistici. Ogni dente completamente sviluppato, però, può continuare a vivere anche senza la polpa, assolutamente necessaria, invece, durante la sua crescita.
 

Sintomi premonitori di una possibile necessità di devitalizzazione del dente

Anche se i sintomi non sono sempre evidenti, dobbiamo consultare il dentista quando abbiamo:
  • Dolore prolungato;
  • Carie profonde;
  • Sensibilità al caldo e al freddo;
  • Gonfiore e scolorimento del dente;
  • Masticazione dolorosa.
È il tuo caso? Riconosci qualche sintomo? Allora prenota il dentista online, senza aspettare oltre, ricorda che la cura dei denti è sempre fondamentale!
 

Devitalizzazione del dente: come si effettua l’intervento

La devitalizzazione avviene in anestesia locale, quindi non è dolorosa, e di solito con due sedute il dente torna come nuovo!

I nostri dentisti procederanno rimuovendo la polpa malata e pulendo molto in profondità la camera pulpare, che andrà poi riempita con un amalgama speciale e sigillata. Successivamente ricostruiranno o incapsuleranno il dente con una corona per proteggerlo. È importante sapere che un intervento precoce previene la necessità dell’estrazione del dente, necessaria invece se lasci che la carie segua il suo corso.
 
Ricorda: devitalizzare un dente è un intervento chirurgico e come tale comporta dei rischi. Affidati ai nostri dentisti: professionisti qualificati e competenti.
 
La prevenzione, comunque, rimane l’arma più importante per proteggere i tuoi denti. Ti consigliamo, quindi, una corretta igiene orale quotidiana coadiuvata da pulizie periodiche dall’odontoiatra, almeno ogni 6 -12 mesi, che da noi risultano particolarmente convenienti se approfitti dei prezzi dentista che applichiamo durante le offerte in corso sui trattamenti. Infine, ricorda, che anche un dente devitalizzato può cariarsi!

 
Richiedi un Preventivo