Segnalazione di Errore

X
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Privacy Policy Accetta e prosegui
Sei un dentista?

La Pulizia dei Denti a casa funziona davvero?

Quante volte ti sei chiesto quale sia l'armonia perfetta per il tuo sorriso? Quanto spesso andare dal dentista per una pulizia dei denti e quante volte lavarli al giorno? Filo interdentale tutte le sere? Quale spazzolino protegge meglio denti e gengive? Quanto i miei vizi li danneggiano? I migliori dentisti di Roma sono qui per risponderti.

Caratteri disponibili: su 1000

I tuoi file:
  • X
  • X
  • X
Rating Lettori | Rating attuale: 5/5 (2 voti)
Vota!

La pulizia dei denti professionale, conosciuta anche come ablazione del tartaro o Detartrasi, è un trattamento indispensabile e funge da principale misura di prevenzione contro molte malattie dentali e gengivali, dato che l’accumulo di placca batterica può causare lesioni cariose e danni parodontali.

Quando ci laviamo i denti a casa, anche nella migliore delle ipotesi e nonostante la cura che ci possiamo mettere, i residui che con lo spazzolino e il filo interdentale non riusciamo a rimuovere finiscono per depositarsi e favorire la formazione della placca, che si calcifica e si trasforma in tartaro o placca. La placca è uno accumulo di batteri che popolano la bocca, che, se non rimossa, produce un acido distruttivo per lo smalto dei denti e per le gengive, provocando carie e gengiviti dovute a infiammazione oppure a infezioni.

Il tartaro, invece, è lo stadio successivo, ovvero la mineralizzazione della placca batterica, una sorta di pellicola appiccicosa costituita da batteri, cellule morte e residui di cibo che si deposita sui denti, dovuta a scarsa igiene orale, predisposizione genetica, fumo di sigaretta. Se la placca non viene rimossa attraverso una corretta igiene orale quotidiana, inizia a calcificare e nell’arco di poco tempo si trasforma in tartaro, che è direttamente attaccato ai denti. Il corpo identifica il tartaro come qualcosa di estraneo e reagisce attraverso il sistema immunitario e ciò porta a reazioni infiammatorie.

PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE

La forma più lieve di malattia gengivale è la gengivite ed è causata da batteri nocivi. Il sistema immunitario reagisce attraverso i tipici segni dell’infiammazione, quali gonfiore, rossore e dolore. Una buona igiene orale, combinata a regolari sedute di igiene dentale professionale seguite alla poltrona possono evitare l’insorgere di una gengivite

Una gengivite trascurata può trasformarsi in parodontite. In queso caso, il trattamento prevede, oltre alla seduta di igiene dentale tradizionale, sedute di levigatura radicolare, cioè una pulizia profonda con rimozione del tartaro presente sottogengiva.

Rimuovere completamente placca e tartaro non solo sulla superficie ma anche in profondità, tra gli spazi interdentali e nella zona sub-gengivale, rinforzando e irrobustendo i denti e rendendoli lucidi e senza macchie, è un compito fatto su misura per i migliori dentisti di Roma.

Prevenire le malattie del cavo orale aiuta ad accorgersi di quelle che sono ancora agli stadi iniziali e che possiamo curare in tempo. Non bisogna infatti sottovalutare il fatto che la pulizia dei denti professionale sia di grande aiuto anche per la salute di tutto del corpo: infatti malattie cardiache e batteri gengivali sono stati messi in relazione, poichè, in alcuni casi, le infezioni locali a livello gengivale, possono passare nel sangue, determinando una condizione nota come batteriemia.

Soltanto un dentista è in grado di rimuovere completamente placca e tartaro attraverso la pulizia dei denti, che deve essere eseguita periodicamente, di buona norma ogni sei mesi, di solito anticipata da una visita di controllo, ma dipende da paziente a paziente e da studio dentistico a studio dentistico, con le tempistiche saranno consigliate dal dentista o dall’igienista a seconda dalle caratteristiche del cavo orale.

Oltre che prenotare periodicamente delle visite dal dentista per effettuare una pulizia dei denti efficace, dobbiamo ricordarci di lavare i denti ogni giorno e, sopratutto, nel modo corretto, poichè una corretta igiene orale quotidiana previene una grande quantità di problemi piccoli e grandi per la nostra bocca.

GLI STRUMENTI DEL MESTIERE PER AVERE UN SORRISO PERFETTO

Il primo passo è scegliere uno spazzolino con un’adeguata grandezza rispetto alla bocca, con le setole che devono essere di durezza media e con punte arrotondate. I denti vanno spazzolati sempre verticalmente, da gengiva a smalto, su tutte le superfici dentali: vestibolare, linguale, occlusale.
Un primo spazzolamento senza dentifricio è consigliato, ma dipende da dentista a dentista, per rimuovere meglio la placca; per poi passare ad un secondo giro più classico, con il dentifricio sullo spazzolino. Il filo interdentale riveste poi un ruolo fondamentale e funge da irrinunciabile step finale per rimuovere meglio i vari residui alimentari dagli spazi interdentali.

Ci sono diversi strumenti professionali utilizzati dall’igienista dentale per la pulizia dei denti, quali: ablatori a ultrasuoni (la combinazione di ultrasuoni e di un flusso d’acqua pressurizzata per rimuovere i batteri calcificati), curette (per rimuovere i depositi di placca e tartaro) e pasta abrasiva (utilizzata per la rimozione di placca, macchie di fumo e caffè).

L’igienista dentale ha anche il compito d’istruire i pazienti sulle tecniche per spazzolare i denti, su come usare il filo interdentale e lo scovolino per completare il lavoro di pulizia dentale a casa. Per facilitare questo processo di apprendimento esistono diversi strumenti per rendere chiaro al paziente se sbaglia qualcosa nel pulire la bocca, come, ad esempio: spazzolini elettrici dimostrativi, pastiglie rivelatrici di placca che possono mostrare dove si annida la placca attraverso una colorazione fucsia, idropulsori per chi deve pulire ponti o spazi difficilmente raggiungibili, campioni di filo interdentale o scovolini per mostrare come utilizzarli e scegliere quelli più adatti alla propria conformazione orale.

CONCLUSIONI

Per riassumere: Se chiedi al miglior dentista di Roma, la pulizia dei denti professionale è uno step fondamentale che va ripetuto ogni 4-6 mesi, a seconda del paziente, in uno studio dentistico qualificato. La cosa più importante è affidarsi ad un dentista competente e mantenere un impegno costante per fare in modo che la propria igiene orale non ne risenta anche fra le mura di casa, affidandosi ai consigli del proprio dentista, che suggerirà tecniche e strumenti che possono aiutarti nella cura di denti e gengive, al fine di evitare spiacevoli sorprese dovute a placca e tartaro. Contattaci per un parere e affidati a odontoiatri affermati e di lunga esperienza, risparmiando tempo e denaro, grazie a professionisti che hanno a cuore la tua salute in primis.