Segnalazione di Errore

X
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Privacy Policy Accetta e prosegui
Sei un dentista?

Suzione del dito o del pollice nei bambini: quando rivolgersi al dentista

La suzione del pollice da parte del bambino rientra tra le cosiddette abitudini viziate. È dunque un comportamento nocivo che va corretto prima che provochi malocclusioni e problemi alla salute. Quando ciò non avviene, è necessario rivolgersi al dentista per verificare i danni e valutare il ricorso a un trattamento ortodontico.

Caratteri disponibili: su 1000

I tuoi file:
  • X
  • X
  • X
Rating Lettori | Rating attuale: 5/5 (1 voti)
Vota!

Cos’è la suzione e perché si verifica nei bambini

 
La suzione è un’abitudine innata che il bambino acquista in epoca prenatale già dalla 17esima settimana e che poi, una volta nato, gli consente di assimilare il latte materno.
 
Intorno ai due mesi di vita, questo istinto è ciò che spinge il bambino a portare alla bocca il pollice o altre dita ed è la ragione per cui tende a calmarsi avendo in bocca un cuccio.
 
Con la crescita, la tendenza a succhiare il pollice, le dita della mano o il ciuccio, tende a diminuire e dovrebbe scomparire intorno ai 3 o 4 anni d’età. Tuttavia, può accadere che il bambino mantenga quest’abitudine viziata, in particolare la suzione del pollice, anche fino agli otto anni. Questo comportamento, se protratto troppo a lungo, potrebbe comportare gravi problematiche, in particolare l’insorgenza di malocclusioni a carico della bocca.
 

Le conseguenze della suzione del pollice dopo i 4 anni

 
I problemi derivanti dalla suzione del pollice, se interrotta in tempo, tendono a risolversi da soli durante la crescita e lo sviluppo del bambino. Se, invece, quest’abitudine non scompare dopo i 4 anni, si possono riscontrare occlusioni scorrette nel cavo orale che richiedono il consulto di un professionista presso uno studio dentistico.
 
Il dentista, infatti, può valutare le conseguenze derivate dal protrarsi di questo vizio, analizzando anche una serie di fattori come l’età di inizio della suzione del pollice, l’intensità del vizio, il tipo di abitudine e la preesistenza di altre malocclusioni.
 

I risvolti psicologici e sociali della suzione del pollice

 
La suzione al pollice che si protrae anche quando il bambino inizia ad interagire con i coetanei o ad andare a scuola potrebbe avere anche risvolti negativi a livello sociale e psicologico. Per questo è importante che i genitori prestino particolare attenzione al problema, per assicurare al bambino uno sviluppo corretto del cavo orale, un migliore stato di salute e anche una maggiore serenità.
 
Per problemi di suzione al dito in età pediatrica, all’interno del portale Dentistaforyou è possibile cercare tra i migliori dentisti di Roma e d’Italia il professionista più vicino o quello che risponde meglio alle proprie esigenze.
 

I danni provocati dalla suzione del pollice nella bocca

 
Le conseguenze più importanti di una suzione prolungata del pollice in età pediatrica si hanno principalmente sullo sviluppo delle arcate mascellari e sul posizionamento dei denti. L’abitudine a succhiare le dita, infatti, può dar luogo a delle occlusioni scorrette più o meno gravi, come il morso aperto (o “open byte”), la vestibolarizzazione dei denti superiori, la contrazione del palato, il diastema tra gli incisivi superiori o la lingualizzazione degli incisivi inferiori.
 
Se non trattate in tempo, queste malocclusioni potrebbero influire negativamente sul corretto sviluppo del cavo orale e comportare problemi di masticazione, deglutizione e, per questo, anche di salute.
 

Come rimediare ai danni derivati dalla suzione duratura del pollice

 
Il bambino che non smette di succhiare il pollice entro i 3 o 4 anni d’età va sicuramente sottoposto alla visita di un dentista esperto, in grado di valutare la situazione e eventuali trattamenti.
 
Nei casi più gravi, è previsto il ricorso a un trattamento ortodontico, capace di ripristinare le normali condizioni della bocca correggendo progressivamente le malocclusioni sviluppatesi a causa della suzione del pollice.
 
Naturalmente, prima di arrivare all’apparecchio ortodontico, è possibile aiutare il bambino a correggere il vizio prima che sia troppo tardi. Infatti, se l’abitudine a succhiarsi il pollice scompare nei primi anni di vita, è possibile che anche le eventuali malocclusioni sviluppatesi possano risolversi da sole nel corso della crescita. 
 

I vantaggi di un trattamento ortodontico tempestivo nei bambini

 
Nei casi gravi di suzione al dito o per altre occlusioni scorrette riscontrate nel bambino, un trattamento ortodontico può fare la differenza. Intervenendo nei giusti tempi, infatti, è possibile velocizzare il processo di guarigione e garantire al bambino un regolare sviluppo della bocca e un corretto posizionamento dei denti.
 
Per questo, ogni bambino andrebbe sottoposto alla prima visita dentistica e al primo controllo ortodontico intorno ai 5 o 6 anni di età, quando si è ancora in tempo per intercettare preventivamente problematiche che possono essere facilmente scoperte e trattate. Rivolgendosi al dentista solo quando tutti i denti permanenti siano spuntati o solo dopo che la crescita sia terminata, potrebbe rendere la correzione della malocclusione molto più lunga e problematica.
 
Intervenire precocemente con un trattamento ortodontico vuol dire anche risparmiare sui costi delle cure future, poiché il bambino avrà meno problemi ai denti e potrà condurre una vita molto più serena. Per questo, agire tempestivamente è sempre meglio che dover cercare in futuro un dentista low cost per dover sostenere tutti i costi di una malocclusione trascurata fin dalla tenera età. 
 

Come trovare un dentista serio e affidabile

 
Se si vuole richiedere il parere di un dentista a Roma o in altre città, Dentistaforyou vanta una rete di professionisti odontoiatrici seri e affidabili, con anni di esperienza nel settore e in grado di proporre trattamenti altamente risolutivi ed efficaci per il corretto sviluppo dei denti del bambino.